Running, non è mai troppo tardi per iniziare a correre

Il benessere fisico non può essere che un punto di forza nella vita di un individuo. Quando si è giovani non si compiono grandi sforzi per essere in forma e lo sport diventa più che altro un’attività che ci permette di scaricare lo stress o svagarci. In età più avanzata invece il movimento fisico diviene una necessità, un modo per garantire un benessere che non si limita a uno stato puramente fisico, ma che coinvolge la mente e l’energia con cui si affrontano le incombenze quotidiane.

Quale miglior modo per svolgere attività motoria se non quello di indossare un paio di ottime scarpe da running e darsi alla corsa? Naturalmente, se non si è più giovanissimi e ancor più se non si è mai praticato sport nella propria vita, dovrà essere un processo graduale. Si potrà iniziare con cinque minuti al giorno nella prima settimana, magari seguiti da un po’ di ginnastica generale. Aumentando progressivamente l’impegno si potrà arrivare a 30 minuti di corsa, da praticare anche solo tre volte alla settimana, intervallate da giornate di riposo in cui il fisico possa recuperare.

I vantaggi della corsa

Quando si è raggiunta un’età intorno ai 50 anni, si avrà ormai piena consapevolezza della ripida inclinazione verso il basso che compie la parabola del nostro organismo.

Se si decide di iniziare a praticare la corsa in maniera costante e regolare si otterrà subito una spinta verso un miglioramento generale del nostro stato fisico. E questo influirà necessariamente sul nostro stato d’animo. La stessa attività fisica stimola la produzione di molecole, come l’endorfina e la serotonina, che favoriscono il buon umore.

È ben noto a tutti che con l’età si tende ad ingrassare e con la corsa si può combattere per annullare questa fastidiosa realtà. Praticare running aiuta a perdere peso o perlomeno a mantenerlo stabile. Migliora inoltre il metabolismo, che porta automaticamente ad ottenere gli stessi risultati.

Tra gli impegni di coloro che hanno raggiunto una certa età c’è molto spesso quello di tenere a bada il colesterolo cattivo (LDL) e in questo la corsa diviene una valida alleata, aiutando persino a far aumentare quello buono (HDL).

Uno dei vantaggi più importanti per chi pratica questo sport è inoltre quello di stimolare l’apparato cardiovascolare. Allenarsi in maniera costante infatti riduce la frequenza cardiaca, aumenta le dimensioni del cuore, migliorandone indiscutibilmente le prestazioni.

Non ultimo fra i vantaggi da esaminare per chi ancora non fosse convinto di iniziare a praticare running, è l’azione che si andrà a compiere sulla muscolatura, che risulterà più tonica e forte.

A quale età si può cominciare a correre

Non ci sono controindicazioni riguardo l’età in cui si può iniziare a correre (vedi articolo completo). Anche se nella vita non si è mai fatto sport in maniera regolare e ci si è lasciati alle spalle da un pezzo la soglia dei 40 anni, non si deve rinunciare al piacere di scoprire i vantaggi della corsa.

Il solo accorgimento necessario sarà avvicinarsi in modo graduale a questa pratica e magari munirsi di un cardiofrequenzimetro, per tenere sotto controllo le pulsazioni del cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *